I DETTI DI CONFUCIO

10,00 €
In Stock
SKU: 1111
Aforismi e Pensieri dall’Opera del Maestro Kung
 Torna a: Le Artemisie

Si ritiene comunemente che Confucio, filosofo politologo e statista cinese, conosciuto anche come Kung zu, Lu Tzu, Maestro Kong sia nato il 28 settembre del 551 avanti Cristo nella città di Zou nello Stato di Lu, ora parte dell'odierna provincia di Shandong, e si ritiene sia morto nel 479
avanti Cristo.
Non ci sono notizie certe sulla vita di Confucio.
Il poco che si sa della sua vita privata ci è pervenuto dalla raccolta postuma dei "Dialoghi di Confucio", redatta dai suoi discepoli attorno al 411 a.C.-404 a.C. più di sessant'anni dopo la sua morte.
Secondo la biografia tradizionale, Confucio, figlio di un padre sessantenne e di una giovane di appena di quindici anni, perse il padre all'età di tre anni, e fu allevato dalla madre, che riuscì ad assicurargli un'istruzione anche vivevano in ristrettezza economica.
Nei "Dialoghi", Confucio si presenta come un "messaggero che nulla ha inventato", il cui compito è quello di trasmettere la sapienza degli antichi. In tale opera, ove sono esposti i precetti, il pensiero filosofico e quello morale del maestro, si legge che dettò i suoi pensieri ai suoi discepoli quando era già molto avanti . Da quelle pagine si scopre anche che seguiva una vita molto appartata e modesta e parco nel vitto e nei costumi, che digiunava spesso e mangiava procacciandosi il cibo da sè e cucinandolo di persona.
Alla fine però i suoi meriti furono unanimemente riconosciuti e negli ultimi anni della sua vita il Maestro divenne un rispettato uomo di corte, ritirandosi nella sua scuola e dedicandosi allo studio e all'insegnamento sino alla morte.

112
88-7392-093-4
Confucio